Dopo avere introdotto il concetto di rischio, passiamo ora ad introdurre il concetto di root cause e delle metodologie, adottate in campo ingegneristico per individuare la root cause di un problema. Queste tecniche vengono chiamate anche tecniche di problem solving (trovare soluzioni a problemi complessi) ed offrono un approccio strutturato per l’individuazione della o delle cause di un determinato problema.

Ma andiamo per gradi, cosa si intende per root cause? La root cause (in italiano causa radice sebbene sia consuetudine utilizzare il termine inglese anche nella lingua italiana) è la causa più profonda di un determinato problema. Il termine profonda è molto importante perché, come vedremo tra poco, le cause di un determinato di un problema sono stratificate ma la root cause è la causa al livello più basso. Senza l’utilizzo di una tecnica di root cause analysis appropriata, si rischia di non arrivare alla determinazione delle root cause reale, o ancor peggio di identificare una root cause errata. Considerando che, il fine dell’individuazione della root cause è quello di implementare azioni di prevenzione al fine che il problema non si ripeta, si rischierebbe di investire risorse e non evitare il ripetersi del problema, tradotto: sprecare tempo e denaro.

Vediamo ora cosa si intende per stratificazione delle cause, come illustrato nella figura seguente, le cause sono connesse tra loro: il problema, che è il sintomo finale, è generato da una causa che a sua volta è sintomo di una causa precedente:

Facciamo ora un esempio pratico di un caso reso volutamente semplice per lo scopo didattico dell’articolo. Ipotizziamo il problema relativo ad una uscita di strada con l’auto.

Problema: Uscita di strada

Causa Livello 1: Pneumatici lisci

Causa Livello 2: Pneumatici non sostituiti

Causa Livello 3: Controllo periodico non eseguito

Come vediamo dall’esempio, la causa di primo livello è relativa all’utilizzo di pneumatici lisci. Questa causa è però sintomo di una causa a livello inferiore cioè la mancata sostituzione che, a sua volta, e sintomo della mancata esecuzione di un controllo periodico. Si potrebbe scendere ulteriormente nel dettaglio andando ad analizzare il perché il controllo periodico non è stato eseguito: non è definita la responsabilità dell’esecuzione? Il metodo di controllo non è appropriato? Etc.. Fermiamoci però a questo livello in quanto l’obiettivo dell’esempio era di mostrare l’interdipendenza delle cause.

Diventa evidente che, se non andiamo sufficientemente in profondità nelle analisi delle cause, si rischierebbe di implementare azioni correttive inadeguate. Se per esempio ci limitassimo a risolvere la causa di livello 1, cioè sostituire gli pneumatici ma senza implementare un controllo periodico, non saremmo al riparo dal ripetersi del problema.

Le tecniche di problem solving si applicano a problema già accaduto, può essere però interessante usare tali tecniche andando ad analizzare fatti di cronaca al fine di implementare azioni correttive applicabili anche ai nostri contesti.

Nei prossimi articoli, introdurremo le principali tecniche e proveremo ad applicarli a fatti di cronaca reali.

Recent Posts

Leave a Comment

Mettiti in contatto

Scrivici per avere qualsiasi tipo di informazione, ti risponderemo al più presto!

Not readable? Change text. captcha txt